Perché la Madonna a Medjugorje ha pianto 5 volte…

La Madonna è triste vedendo me e te durante la Messa. Ha pianto!

PERCHE’ LA MADONNA HA PIANTO? (Tratto dall’Eco di Maria)
P. JOZO:Perchè non comprendete la Messa Perchè non pregate con la Bibbia. La mattina del 6 agosto, festa della trasfigurazione P. ]ozo Zovko  parroco di Medjugorje all’inizio delle apparizioni, nella chiesa di Tihaljina ha concelebrato con molti sacerdoti italiani una lunga e bellissima Messa, tenendo proprio sulla Messa una appassionata catechesi:
“La Madonna ha spiegato a Medjugorje il mistero della Messa. Noi preti non possiamo conoscere il mistero della Messa perchè siamo poco inginocchiati davanti al tabernacolo; siamo sempre sulla strada a cercare voi. Non sappiamo celebrare e vivere la Messa perché non abbiamo il tempo per prepararci, per ringraziare. Siamo sempre con voi; non sappiamo pregare perché abbiamo tanti impegni e tanto lavoro: non abbiamo il tempo per pregare. Per questo non siamo capaci di vivere la Messa.
La Madonna una volta ha detto come è possibile salire sulla montagna dove si vive la Messa, dove succede la nostra morte, la nostra resurrezione, il nostro cambiamento, la nostra trasfigurazione: “Voi non sapete vivere la Messa!” e ha cominciato a piangere. La Madonna ha pianto solo 5 volte a Medjugorje. La prima volta quando ha parlato su dì noi preti; poi quando ha parlato della Bibbia; poi per la pace; poi sulla Messa; ed ora quando ha dato un grande messaggio per i giovani circa un mese fa. Perché ha pianto quando ha parlato della Messa? Perchè la Chiesa in tanti suoi fedeli ha perso il valore della Messa”. A questo punto P. Jozo ha parlato del pianto di Gesù davanti alla tomba di Lazzaro, spiegando che Gesù ha pianto perchè nessuno dei presenti, comprese le due sorelle e gli stessi apostoli che erano con Lui da 3 anni, avevano capito chi era Li. “Non mi conoscete”.Lo stesso facciamo noi nella Messa: non riconosciamo Gesù. La Madonna è triste vedendo me e te durante la Messa. Ha pianto! E io sento come nelle lacrime della Madonna si può sciogliere il tuo cuore, fosse anche come una pietra; come si può sciogliere la tua vita che è rovinata e può guarire. La Madonna non piange a caso; non piange come una donna fragile che piange per niente. Quando la Madonna piange, le sue lacrime sono pesanti. Veramente molto pesanti. Sono capaci di aprire tutto ciò che è chiuso. Possono molto”.

Poi P. Jozo si è come portato nel cenacolo per far rivivere quella prima celebrazione eucaristica e per dire che la S. Messa è un fare memoria viva e attuale di quel la celebrazione. Poi ha aggiunto: “Chi non legge la Bibbia non può pregare, non sa pregare, come chi non sa vivere la Messa non è capace di vivere, non sa pregare. Chi non è capace di fare sacrifici, mortificazioni, fare digiuno non è capace di vivere la Messa; non può sentire il sacrificio della Messa ed altri sacrifici…”. LA MADONNA PUO’ SOFFRIRE ORA?
A questo punto riarriora la domanda che spesso sentiamo fare: come può piangere la Madonna che vive nella grazia del Paradiso, godendo della visione beatifica di Dio? Cerco di rispondere con le argomentazioni di un bravissimo teologo, anche se la risposta non è facile perché si tratta dell’eternità mentre noi siamo prigionieri del tempo. Inoltre,nonostante alcuni chiari interventi del magistero pontificio, ci sono oggi tendenze teologiche, le quali negano che Gesù durante la vita terrena abbia avuto la visione beatifica: quindi avrebbe avuto un non perfetto rapporto con il Padre! Questo è molto pericoloso perché Gesù è sempre Dio. Questi teologi dicono: siccome Cristo ha sofferto, aveva fame, è morto, è impossibile che fossero vere queste sofferenze qualora continuasse ad avere la visione beatifica. Quindi per non fare teatro e soffrire davvero, ha dovuto rinunciare alla visione beatifica. Oggi questo continua: se è vero che la Madonna è triste e non fa del teatro; se è vero che Cristo quando appare a S. Margherita e a tanti altri mistici è triste, che fa vedere a S.Caterina da Siena le sue piaghe ecc., allora ci troveremo davanti a qualcosa di falso. Chiediamo allora luce al Magistero Pontificio. Nella recente enciclica sullo Spirito Santo il Papa ricorda la dottrina tradizionale della chiesa, che cioè la chiesa “corpo mistico” è la continuazione dell’incarnazione di Cristo nel suo corpo terreno. Quindi noi, con i nostri peccati, siamo le piaghe di Cristo e Cristo soffre nella chiesa. Questo è molto importante, perchè spiega anche perchè la Madonna chiede di fare penitenza. Perché è triste? E’ triste per i nostri peccati, perchè i nostri peccati fanno soffrire realmente attraverso la chiesa il corpo mistico di Cristo. Quindi è vero che Cristo e la Madonna sono in cielo nell’eternità, ma la storia per loro non è ancora compiuta, in quanto vivono, attraverso il corpo mistico della chiesa, tutta la sofferenza dell’umanità fino alla fine. Non c’è contraddizione. La dottrina di quei teologi mette in pericolo la divinità di Cristo. Noi tutti sperimentiamo che nella vita ci possono essere contemporaneamente gioie e tristezze. La Madonna interviene per ricordare che col peccato facciamo soffrire la Chiesa, il Corpo mistico di Cristo.
Così si spiegano le stimmate che hanno alcuni santi, come Padre Pio: le piaghe di Cristo nel loro corpo ci ricordano che ciò è provocato dai nostri peccati. I santi, a causa della loro santità, continuano a portare più profondamente nella loro carne le piaghe di Cristo, perché sono quelle che ci salvano. Ogni nostro peccato continua a inchiodare Cristo nel suo Corpo Mistico, nella Chiesa. Per questo dobbiamo fare penitenza e convertirci per ottenere già nella storia attuale i benefici della pace, della gioia, della serenità.
(A cura di Alberto Bonifacio – Lecco)

Fonte:http://medjugorje.altervista.org/doc/pjozo/pianto.html

Annunci

Messaggio del 25 Gennaio 2017…Medjugorje

Risultati immagini per messaggio 25 gennaio 2017

Cari figli! Oggi vi invito a pregare per la pace. Pace nei cuori umani, pace nelle famiglie e pace nel mondo. Satana è forte e vuole farvi rivoltare tutti contro Dio, riportarvi su tutto ciò che è umano e distruggere nei cuori tutti i sentimenti verso Dio e le cose di Dio. Voi, figlioli, pregate e lottate contro il materialismo, il modernismo e l’egoismo che il mondo vi offre. Figlioli, decidetevi per la santità ed io, con mio Figlio Gesù, intercedo per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

 

Bellissimo il messaggio che ci dona oggi la Madonna di Medjugorje attraverso la veggente Marja…. e’ un messaggio quanto mai attuale, una mano tesa verso quei figli storditi dal mondo di adesso, indecisi, tiepidi. Il mondo attira e il pericolo più grande sono le menzogne di Satana. Menzogne celate dietro le cose di questa terra, dietro i successi, dietro il denaro, dietro il potere. Non cadiamo nel tranello! Decidiamoci! Chiediamo al Signore l’aiuto, la forza di lottare, di continuare insistentemente nella preghiera, nell’impegno. Di capire. Chiediamo allo Spirito Santo di illuminarci: decidiamoci per il bene e lasciamo perdere tutto il resto. Verso la Verità!

 

Messaggio del 2 gennaio 2017…Medjugorje

Risultati immagini per medjugorje amore

“Cari figli, mio Figlio era sorgente di amore e di luce quando, sulla terra, parlava al popolo di tutti i popoli. Apostoli miei, seguite la sua luce. Farlo non è facile: dovete essere piccoli, dovete farvi più piccoli degli altri e, con l’aiuto della fede, riempirvi del suo amore. Senza fede, nessun uomo sulla terra può vivere un’esperienza miracolosa. Io sono con voi, mi manifesto a voi con queste venute, con queste parole. Desidero testimoniarvi il mio amore e la mia cura materna. Figli miei, non perdete tempo facendo domande a cui non ricevete mai risposta: al termine del vostro percorso terreno, il Padre Celeste ve le darà. Sappiate sempre che Dio sa tutto, Dio vede, Dio ama. Il mio amatissimo Figlio illumina le vite e dissipa le tenebre; ed il mio materno amore, che mi porta a voi, è indicibile, misterioso, ma reale. Io esprimo i miei sentimenti verso di voi: amore, comprensione e materno affetto. A voi, apostoli miei, chiedo le vostre rose di preghiera, che devono essere le opere di misericordia: sono quelle le preghiere più care al mio Cuore materno. Le offro a mio Figlio, nato per voi. Egli vi guarda e vi ascolta. Noi vi siamo sempre vicini. Questo è un amore che chiama, unisce, converte, incoraggia e ricolma. Perciò, apostoli miei, amatevi sempre gli uni gli altri, ma soprattutto amate mio Figlio. Quella è l’unica via verso la salvezza, verso la vita eterna. Quella è la preghiera che mi è più cara, e che ricolma il mio Cuore del profumo di rose più soave. Pregate, pregate sempre per i vostri pastori, affinché abbiano la forza di essere la luce di mio Figlio. Vi ringrazio”.

Messaggio in spagnolo:

“Queridos hijos, mi Hijo ha sido fuente de amor y de luz cuando sobre la tierra ha hablado al mundo entero. Apóstoles míos, seguid su luz. Esto no es fácil: debéis ser pequeños, debéis haceros más pequeños que los otros. Con la ayuda de la fe llenaos de Su amor. Ningún hombre sin fe puede vivir en la tierra una experiencia milagrosa. Yo estoy con vosotros; con estas apariciones y con estas palabras deseo testimoniaros mi amor y mi preocupación maternal. Hijos míos, no perdáis el tiempo haciendo preguntas a las que nunca recibís respuesta: al final de vuestro viaje terreno os la dará el Padre Celestial. Recordad siempre que Dios sabe todo, Dios ve y Dios ama. Mi amadísimo Hijo da luz a la vida y rompe la oscuridad; y mi amor maternal, que me trae a vosotros, no se puede describir; está escondido pero es verdadero. Yo os expreso mis sentimientos hacia vosotros: amor, comprensión y afecto maternal. De vosotros, apóstoles míos, busco las rosas de vuestra oración, que deben ser obras de amor; estas son para mi Corazón maternal las oraciones más queridas, y yo se las llevo a mi Hijo, que ha nacido por vosotros. Él os ve y os siente; nosotros siempre estamos cerca de vosotros. Este es el amor que os llama, os une, os convierte, os da fuerza y os llena. Por eso, apóstoles míos, amaos siempre los unos a los otros; pero sobre todo amad a mi Hijo: este es el único camino hacia la salvación y hacia la vida eterna. Esta es mi oración más querida, que como el perfume más hermoso de rosas llena mi Corazón. Orad, orad siempre por vuestros pastores, para que tengan la fuerza para ser la luz de mi Hijo. Os doy las gracias”.