Un sogno che scalda il cuore…Gesù

Una notte, sognando, squillò il mio cellulare. Che strano…la suoneria era così melodica, di certo non l’avevo impostata io!
Sempre sognando risposi con curiosità: “Pronto, chi parla?” – “Sono Gesù” disse una voce amichevole e calda. “Gesù!!!!! Non ci posso credere….sei proprio Tu?” – “Sono io davvero, il Tuo Gesù e volevo dirti tre cose visto che nel tuo cuore a volte sorgono dubbi della mia presenza reale nella tua vita.” – “Dimmi Gesù, farò tesoro delle tue parole” – “Voglio dirti che dall’attimo in cui sei stata concepita non ho mai tolto il mio sguardo da te, non avrei potuto, l’Amore mio fissa lo sguardo per sempre in ciò che ha creato. Seconda cosa che vorrei ti rimanesse bene impressa è che quando ricevi la Santa Eucarestia, non sono IO, immensamente grande, ad entrare nel tuo piccolo dolce cuore; ma sei tu con i tuoi “limiti” ad entrare nell’infinito mio Amore che non ha “limiti”.
Per finire ti voglio affidare una piccola missione: quando incontri persone che mi credono lontano e, tu stessa hai una tale sensazione, ricordati di questa telefonata e ripeti a te e a loro che IO, Gesù, mi sarei fatto crocifiggere anche solo per salvare uno di voi! Anche solo per salvare te!
Ti amo…vi amo fino alla follia… a qualunque follia…
Quando nascerai al Cielo non basterà l’eternità per esaurire lo stupore nel vedere l’Amore che ho…che ho sempre avuto ed avrò per te… per tutti…per ognuno….”
La sveglia, impetuosa, ruppe il sogno.
È passato molto tempo da quella notte, ho dimenticato tutti gli altri sogni ma questo rimane intatto, stampato nel mio piccolo limitato cuore che in ogni Eucarestia si perde in un oceano d’Amore infinito!
C.C

Annunci
Pubblicato su GESU'. Leave a Comment »

Messaggio del 25 maggio 2016…Medjugorje

“Cari figli! La mia presenza è un dono di Dio per tutti voi ed un’esortazione alla conversione. Satana è forte e desidera mettere nei vostri cuori e nei vostri pensieri disordine ed inquietudine. Perciò, voi figlioli pregate affinché lo Spirito Santo vi guidi sulla via retta della gioia e della pace. Io sono con voi ed intercedo presso mio Figlio per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Perche’ pregare il Rosario?la Madonna ci risponde…

Il Rosario è prendere le mani della Madonna, affidarle i nostri problemi , le nostre fatiche, preoccupazioni ,e  dirle….Mamma aiutami tu….Il Rosario è conversare…è aprire il cuore alla grazia di Dio….Il Rosario è l’amore che ci unisce….è la salvezza dell’anima…La Madonna stessa nelle sue apparizioni prende parte alla recita del Rosario, come nella grotta di Lourdes con S. Bernardetta e a Fatima con Lucia, Francesco e Giacinta. E quando il rosario scorre nelle vostre mani gli angeli e i santi si uniscono a voi. Mai come oggi, il mondo ha bisogno del vostro rosario. Ricordate che sulla terra vi sono coscienze prive della luce della fede, peccatori da convertire, atei da strappare a satana, infelici da soccorrere, giovani disoccupati, famiglie nel bivio morale, anime da strappare all’inferno. E’ stato tante volte, la recita di un solo Rosario a placare lo sdegno della divina giustizia, ottenendo sul mondo la Misericordia divina e la salvezza di tante anime. Solo così affretterete l’ora del trionfo del Cuore Immacolato della Madonna sul mondo.

Da quando la Vergine SS. ha dato grande efficacia al rosario, non c’è problema materiale, ne spirituale, nazionale o internazionale che non si possa risolvere con il S. Rosario e con i nostri sacrifici.”

Suor Lucia di Fatima “Bisogna dare più spazio al Rosario. Col Rosario è possibile vincere tutti gli ostacoli che Satana in questo momento vuole creare alla Chiesa cattolica. Tutti i sacerdoti in particolare devono recitare il Rosario. Il Rosario deve essere recitato col cuore e con gioia; non deve essere solo un dovere da sbrigare frettolosamente.”

25 giugno 1985 e 12 giugno 1986, messaggi della Madonna a Medjugorje “Recitate il Rosario. Figlia mia eccoti il Rosario. Tutti coloro che lo reciteranno avranno da Me molte grazie. Esso è un forte legame che vi unisce al mio Cuore. Esso glorifica il Signore, Re del cielo e della terra. Un rosario detto con devozione è un richiamo per qualsiasi intercessione, è la contemplazione dei misteri della fede.. il Padre nostro.. è la preghiera di unione.. la preghiera del Signore.. la preghiera di glorificazione dalla SS. Trinità con la recita del Gloria al Padre.. dì ai miei figli di recitare il S. Rosario anello di fede e di luce e legame di unione, di gloria,  di beatitudine.. ecco o figli al corona del Rosario! Chi la reciterà avrà da me tante grazie!.. è una grande unione con il mio Cuore di Madre celeste che glorifica il signore Re del cielo e dell’universo! Riferisci a tutti che mi amino per riparare la moltitudine delle offese fatte al mio Divin Figlio Gesù Cristo.”

Apparizioni di  Maria Rosa Mistica a Montichiari  “Recitate ogni giorno il Rosario e con esso pregate per il vescovo e i sacerdoti.. recitate molti Rosari. Io sola posso salvarvi dalle disgrazie che si annunciano. Chiunque avrà fiducia in Me sarà salvo.”

Apparizioni della Vergine ad Akita  “Gesù e Io vogliamo salvare il mondo; ma occorre che i cristiani preghino molto, particolar-mente recitando il Rosario e la Coroncina alla Divina Misericordia. In ogni chiesa si deve recitare il Rosario insieme col sacerdote dopo la Messa. Con la recita del Rosario, Satana sarà sconfitto. Recitate ogni giorno il Rosario per la conversione dei peccatori.”

 Apparizioni della Vergine ad Ottawa La Madonna a Conyers a proposito del Rosario ha detto: “Per favore, pregate il Rosario per la pace, vi prego. Pregate il Rosario per ottenere forza interiore. Pregate contro i mali di questo tempo. Tenete viva la preghiera nelle vostre case e dovunque andate”.

13 ottobre 1998, messaggio della Madonna a Nancy Fowler a Conyer” Le Ave Maria dette con fede e amore sono come frecce d’oro,che partono dalla bocca dei credenti e penetrano nel Cuore di Gesù.”  

La SS. Vergine alle Tre Fontane “Desidero che si continui a recitare il Rosario… Pregate, pregate tanto, almeno 3 ore al giorno, recitate molti Rosari.. recitate il Rosario , pregate con il cuore fervoroso. Il Signore ha toccato molti cuori e li ha infiammati con l’amore del suo Cuore, ha confortato molti sconsolati, ha portato la pace in molte famiglie, in molti cuori. Ha fatto capire a tanti quanto sia stupenda e meravigliosa la preghiera, quanto è efficace la recita del Rosario.”

La Madonna a Belpasso  “Figliolini miei, vi consegno il mio Rosario, Catena d’oro che vi tiene stretti al mio Cuore: pregate, pregate col Rosario, tenetelo stretto, recitatelo con fede, col cuore. Sarà la salvezza dell’umanità! Questa sarà il segno che voi siete miei! Egli satana lo teme tanto, e fa di tutto per perdere le anime. Però, io, la vostra Mamma faccio di tutto per salvarle, perché questa è la volontà del Signore. Ma Io ho bisogno del vostro aiuto. Pregate, fate sacrifici e penitenza. Amatevi, amatevi come Io vi amo, solo così le anime si salveranno.”

La Madonna a Suor Chiara Scarabelli  – apparizione della Medaglia dei Consacrati “Prometto a tutti i bambini che reciteranno il Rosario con grande devozione che al quinto mistero, gli arcangeli Michele , Raffaele , e Gabriele disegneranno una croce sulla loro fronte.”

Patricia Talbot  “Il Rosario è la preghiera del cielo, Io stessa sono venuta a domandarvi. Con essa riuscirete a scoprire le insidie del mio avversario, vi sottrarrete a tanti suoi inganni, vi difende da molti pericoli che vi tende, esso vi preserva dal male e vi avvicina sempre più a me perché io possa ente la vostra guida e la vostra protezione.”

 La Madonna a Don Stefano Gobbi  “..Invece di inveire, prendete in mano, impugnate il Rosario, l’arma che vincerà il mondo della tenebra. Fatevi apostoli del mio Rosario. Ogni anima orante è una macchina che lega ogni Ave a me rivolta.

Nelle avversità e nelle tentazioni non cedere allo scoraggiamento. La pratica della confessione e la recita de S. Rosario sono le armi più efficaci contro il maligno.”

La Madonna a Luigina Sinapi – Mistica romana  “Meditate sulle sofferenze di Nostro Signore Gesù e sul profondo dolore di Sua Madre. Pregate il Rosario, specialmente i Misteri Dolorosi per ricevere la grazia di pentirvi.”

La Madonna a Marie-Claire Mukangango –  apparizioni di Kibeho  “Il Rosario è un dono meraviglioso della Madonna all’umanità, questa preghiera è la sintesi della nostra fede, il sostegno della nostra speranza, l’esplosione della nostra carità.. è un Arma potente per mettere in fuga il demonio, per superare le tentazioni, per vincere il Cuore di Dio, per ottenere grazie dalla Madonna. Amate e fate amare la Madonna. Pregate e fate pregare il Rosario. Questo è il mio testamento spirituale”.

Padre Pio  “Parla del Rosario di mia Madre Benedetta, parla alle anime dei grandi mezzi di salvezza Eucaristia e Rosario.

Figlia mia io sono la Vergine del Rosario: gioisco quando vedo che tu ne consigli la recita , almeno di una terza parte per onorarmi. Continua a farlo è devozione di salvezza.. avvolgi in questo mio Rosario, coloro che ami e che sono tuoi.. parla alle anime dell’Eucarestia, parla loro del Rosario, di’ che in grazia si cibino del Corpo di Cristo e dell’alimento della preghiera del Rosario… se verranno al Tabernacolo con le dovute disposizioni, cuore puro ed assetato d’amore e reciteranno il Rosario, o la terza parte, tutti i giorni, non occorrerà altro per allontanare la giustizia di Dio.. il Rosario, il Tabernacolo, e le mie vittime sono sufficienti perché al mondo siano dati il perdono e la pace.”

Gesù e Maria ad Alexandrina M. da Costa  Don Bosco nei suoi sogni rivelatori vide : ” Una regione selvaggia e sconosciuta, degli uomini alti, di aspetto feroce, che combattevano fra di loro. Andavano incontro ad essi per convertirli, missionari di vari ordini con il crocifisso in mano, ma tutti venivano uccisi. Poi vide avanzare missionari, preceduti da gruppi di giovani. Don Bosco riconobbe i suoi salesiani, e cominciò a temere per la loro sorte. E intanto, noto, che i selvaggi davanti ad essi si fermarono, diventavano pacifici, deponevano le armi e li accoglievano con molta amicizia. Don Bosco vide che i suoi missionari avanzavano con l Rosario in mano

Amare il volto di Gesù…

“Conosci la medaglia del Volto Santo di Gesù”? Davanti alla mia stupefatta ignoranza mi si offrì; quindici anni fa, una bella medaglietta dorata con il Volto di Gesù con la scritta: “ILLUMINA, DOMINE, VULTUM TUUM SUPER NOS”
(Illuminaci col tuo Volto o Signore) e sul retro l’ostia Santa con la scritta: “MANE NOBISCUM DOMINE” (Rimani con noi, Signore).

Fu così che incominciai ad interessarmi della immagine del Sacro Volto. Dopo tanti anni quale non fu la mia sorpresa al sentirmi chiedere, da una persona conosciuta qualche mese fa, di “dare un’occhiata” ad un opuscolo contenente varie notizie e preghiere sul S. Volto di Gesù Cristo.
Una “sorpresa” che subito capii essere “dono” anche perché la persona che aveva con tanto amore fatto il lavoro di “raccolta”, circa un anno fa ricevette un messaggio da parte di Gesù che le chiedeva di aiutarlo nel diffondere la conoscenza dell’opera di riparazione al Suo Santo Volto. Quest’anima che da anni diffondeva già l’amore e la riparazione per le sofferenze di Gesù nell’orto del Gethsemani; era completamente ignara di una devozione al Sacro Volto, che risale a molti secoli fa, e si diede attorno per saperne di più.
Qualcuno leggendo si chiederà il “perché” questo particolare amore al Volto di Cristo”? E’ semplicissimo – Se amiamo una persona che cosa balza alla nostra mente pensandola? Il volto. Il volto è la somma della personalità: qualità, carattere, virtù e manchevolezze di un uomo.

Ecco perché nel rapporto con il divino la nostra mente e il nostro cuore vanno al volto di Gesù, tramandatoci dalla Sindone e dal Velo della Veronica. E’ il Volto che migliaia e migliaia di ebrei di duemila anni fa guardarono con ammirazione e amore, oppure con invidia ed odio (vedi i farisei) e che diffondeva pace e forza, dolcezza e coraggio ai grandi e sorrisi tenerissimi ai piccoli.

E’ il Volto che, dal bacio traditore di Giuda fino all’ultimo respiro sulla Croce, emanò amore, pietà e perdono agli uomini d’allora e di oggi.

E’ il Volto di Dio fatto Uomo accarezzato da Maria e baciato dai bambini che festosi e chiassosi 1′ attorniavano.

E’ il Volto che, grondante di sangue e incrostato di sputi e di polvere, tumefatto e contuso, fu amato da Sua Madre, venerato dalla Veronica, dalle pie donne e dal discepolo Giovanni.

E’ il Volto che, da una statua o da un quadro guarda noi, uomini del ventesimo secolo, e parlando con gli occhi ci ripete: vi amo!
Vi amo e vi chiedo di consolarmi, perché consolando Me istantaneamente scenda in voi la Mia Consolazione.
Un Sacerdote

GESU’AD UN’ANIMA: 14/2/87
“La Mia gioia sia nel tuo cuore figlio.

Vivi nella gioia amorosa della riparazione!
Sforzati di aiutarMi in tutti i modi nell’opera di riparazione affinché possa Io riparare i difetti e le manchevolezze della tua anima.

Oh figlio, in questo tempo in cui le Mie creature si rivolgono con INDIFFERENZA alla Croce, con INDIFFERENZA al Mio Sangue, con INDIFFERENZA profonda al Mio Cuore acceso d’amore per loro
CHIEDO A TE
di unirti nell’opera di riparazione del VOLTO MIO, affinché possa IO STAMPARE NEL TUO CUORE L’IMMAGINE MIA ED IL PADRE GUARDARTI ATTRAVERSO IL MIO VOLTO.

E’ vero! Poiché ogni anima che è tersa e lavata nel Mio Sangue diventa come un velo bianco e immacolato. E in essa, tramite l’amore, deterge il Mio Volto sputato e disprezzato. Così IO IMPRIMO in loro i Miei lineamenti Divini, così si stampa nell’anima PER SEMPRE l’impronta del Suo Signore e Maestro ed IL PADRE GUARDERA’ ETERNAMENTE QUELL’ANIMA ATTRAVERSO IL MIO VOLTO.

MI CONSOLA TANTO, figlio, QUANDO TU MI VIENI A TROVARE NELUORTO DEL
GETHSEMANI NELLA PROFONDA SOLITUDINE DI CHI AMA.

Quanta freddezza! Quanto buio! Quanto buio interiore in questa notte del Gethsemani che iniziò in quel giovedì e che si concluderà all’ultimo giorno del giudizio.

Quanto è fredda questa notte! Non c’è nemmeno la luna in cielo che rischiari un pò le tenebre, poiché l’uomo ha amato le tenebre.

E la luna? La luna è Maria! E’ Lei che rischiara per riflesso la nostra notte, ma le tenebre sono fitte e profonde.

Oh dunque figlio! QUANDO TU MI VIENI A TROVARE NEL GETHSEMANI TROVI ME
AFFLITTO E ABBANDONATO ALLA PIU’ TRISTE SCONSOLAZIONE.

Oh figlio, VORREI CHE TANTE ANIME VENISSERO A CONSOLARMI E INVECE SONO POCHISSIME QUELLE A CUI E’ DATA QUESTA PARTICOLARE GIOIA. Grazie, dico IO a te!
Io, figlio, capisci? Perché ti amo! Ti amo grandemente! Ti dico Grazie! Grazie per tutto quello che fai! Grazie per l’amore verso il tuo Signore!
Grazie per quando Mi guardi con amore!
ED ORA FIGLIO, CERCA DI DIFFONDERE
L’OPERA DELLA RIPARAZIONE COSI’ CHE TU POSSA ESSERE UNA DI QUELLE ANIME CHE DETERGONO IL MIO VOLTO DALLE INGRATITUDINI DEI CUORI UMANI.

Viva in te sempre la Mia pace, la vera pace. Cioè il sapere di essere amato! Cioè il sapere di possedermi nell’intimo del tuo cuore.

Ti benedico figlio e il tuo Signore e Maestro è dinanzi a te per guidare i tuoi passi, verso di te per proteggerti da ogni male, è dietro te per custodirti dalle insidie del maligno.

Ti benedico nel nome del Padre, nel nome Mio e dello Spirito Santo.

Gesù ha chiesto di diffondere e far conoscere come vuole che sia onorato il Suo Santo Volto tramite “un amico del Gethsemani” che da anni si prodiga per far meditare e propagare la devozione della SS. Passione del Gethsemani e fa capire come gli sia tanto gradita la veglia di riparazione nella notte tra il giovedì e il venerdì.
E’ lo stesso “Volto” delle sofferenze spirituali di Gesù che ha sudato sangue per i nostri peccati facendo Sue tutte le nostre colpe. S. VOLTO e GETHSEMANI: il dolore e l’annientamento di un Uomo-Dio.

PREGHIERA A GESU’ AGONIZZANTE NEL GETHSEMANI

O Gesù, che nell’eccesso del tuo amore e per vincere la durezza dei nostri cuori, doni tante grazie a chi medita e propaga la devozione della tua SS. Passione del Gethsemani, ti prego di voler disporre il cuore e l’anima mia a pensare spesso alla tua amarissima Agonia nell’Orto, per compatirti e unirmi a te il più possibile.

Gesù benedetto, che sopportasti in quella notte il peso di tutte le nostre colpe e che per esse hai pagato completamente, fammi il grandissimo dono di una perfetta contrizione per le mie numerose colpe che ti fecero sudare sangue.

Gesù benedetto, per la tua fortissima lotta del Gethsemani, dammi di poter riportare completa e definitiva vittoria nelle tentazioni e specialmente in quella cui vado maggiormente soggetto.

O Gesù appassionato, per le ansie, i timori e le sconosciute ma intensissime pene che hai sofferto nella notte in cui fosti tradito, dammi una grande luce per compiere la tua volontà e fammi pensare e ripensare all’enorme sforzo e alla impressionante lotta che vittoriosamente sostenesti per fare non la tua ma la volontà del Padre.

Sii benedetto, o Gesù, per l’agonia e le lacrime che versasti in quella notte santissima. Sii benedetto, o Gesù, per il sudore di sangue che avesti e per le angoscie mortali che provasti nella più agghiacciante solitudine che mai uomo potrà concepire. Sii benedetto, o Gesù dolcissimo ma immensamente amareggiato, per la preghiera umanissima e divinissima che sgorgò dal tuo Cuore agonizzante nella notte dell’ingratitudine e del tradimento.

Eterno Padre, ti offro tutte le Sante Messe passate, presenti e future unito a Gesù agonizzante nell’Orto degli ulivi.

Santissima Trinità, fa che si diffonda nel mondo la conoscenza e l’amore per la S.S. Passione del Gethsemani.

Fà, o Gesù, che tutti coloro che ti amano, vedendoti crocefisso, ricordino anche le inaudite pene tue nell’Orto e, seguendo il tuo esempio, imparino a ben pregare, combattere e vincere per poterti poi glorificare eternamente in cielo. Così sia.

23.XI. 1963 Con approvazione ecclesiastica + Macario, Véscovo di Fahriano

PREGHIERA

Io Ti saluto, Ti adoro, Ti amo Gesù Salvatore coperto di nuovi oltraggi dai bestemmiatori. Io Ti offro per mezzo del Cuore della Divina Madre Maria come incenso e profumo di gratissimo odore, gli omaggi degli Angeli e di tutti i Santi, supplicandoti umilmente per la virtù del Tuo Santo Volto, di riparare e ristabilire in me e in tutti gli uomini del mondo, la Tua immagine sfigurata dai peccati. Amen.

Messaggio del 2 Maggio 2016…Medjugorje

Figli miei, il mio cuore materno desidera la vostra sincera conversione e forte fede per poter trasmettere l’amore e la pace a tutti coloro che vi circondano. Però figli miei non dimenticate: ognuno di voi è un mondo unico davanti al Padre Celeste perciò permettete che l’opera dello Spirito Santo agisca su di voi. Siate miei figli puri spiritualmente. Nella spiritualità è la bellezza: tutto ciò che è spirituale è vivo e così bello. Non dimenticate che nell’Eucarestia, che è il cuore della fede, mio Figlio è sempre con voi, viene a voi e spezza il pane con voi perché, figli miei, è morto per voi, è risuscitato e viene nuovamente. Queste mie parole voi le conoscete perché sono la verità e la verità non cambia, solo che molti miei figli l’hanno dimenticata. Figli miei, le mie parole non sono né vecchie né nuove, sono eterne. Perciò vi invito, miei figli, a guardare bene i segni del tempo, a raccogliere le croci spezzate e ad essere apostoli dell’annunciazione. Vi ringrazio.