Messaggio del 25 Novembre 2016…Medjugorje

IMG_1210.PNG

“Cari figli! Anche oggi vi invito a ritornare alla preghiera. In questo tempo di grazia, Dio mi ha permesso di guidarvi verso la santità e verso una vita semplice, affinché nelle piccole cose possiate scoprire Dio Creatore, innamorarvi di Lui e affinché la vostra vita sia un ringraziamento all’Altissimo per tutto quello che Lui vi dona. Figlioli, la vostra vita sia un dono per gli altri nell’amore e Dio vi benedirà. E voi, testimoniate senza interesse, per amore verso Dio. Io sono con voi e intercedo davanti a mio Figlio per tutti voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Annunci

Presenza viva e visibile di Gesù …

Preghiera di Padre Slavko pronunciata il 24/11/2000 poche ore prima di morire…Medjugorje

Risultati immagini per rinunciamo ad ogni egoismo ed a ogni adorazione di noi stessi di idoli falsi
Signore Dio Onnipotente, Creatore del cielo e della terra,
Creatore della nostra vita, nel Nome del Tuo Figlio Gesù Cristo Re, con Maria, Regina della Pace, ti preghiamo: libera il nostro cuore da tutto ciò che ti impedisce di essere al primo posto nella nostra vita! Rinunciamo ad ogni egoismo e ad ogni adorazione di noi stessi o degli idoli falsi o degli altri.
Rinunciamo a tutto ciò che ti impedisce o Padre di essere col tuo Figlio Gesù Cristo al primo posto nella nostra vita!
Ti presentiamo tutti coloro che si sono allontanati da Te, che si sono persi nel loro egoismo o si sono dati agli altri o alle cose materiali: liberali Signore, perché come tuoi figli liberi possano vivere e creare veri rapporti con se stessi e con gli altri!
Ti preghiamo per tutti i cristiani che si chiamano così di nome ma non vivono e non seguono la via che tu hai mostrato nel Tuo Figlio Gesù Cristo. Benedici tutti i rinnovamenti nella Chiesa e nel mondo, perché possiamo, ciascuno per la sua parte, vivere responsabilmente nella Luce di Cristo, nostro Re, che vive e regna nei secoli dei secoli! Amen
(PREGHIERA TRASCRITTA E TRADOTTA DALL’AUDIO ORIGINALE DI PADRE SLAVKO)

La Medaglia Miracolosa…

LA MEDAGLIA MIRACOLOSA

Apparizione della Madonna a Rue du Bac.

– Nella notte tra il 18 ed il 19 luglio 1830 –medaglia miracolosa

La Madonna a Santa Caterina Labourè presso la Rue du Bac a Parigi (Francia – 1830):

Allora si fece sentire una voce che mi disse: “Fate coniare una medaglia su questo modello; tutte le persone che la porteranno, riceveranno grandi grazie specialmente portandola al collo; le grazie saranno abbondanti per le persone che la porteranno con fiducia… “.

Riguardo i raggi che provengono dalle mani di Maria, la Vergine stessa rispose:

Sono il simbolo delle Grazie che io spargo sulle persone che me le domandano.

Pertanto è bene portare la medaglia e pregare la Madonna, chiedendo grazie soprattutto spirituali!

A Medjugorje la Regina della Pace ha nominato la medaglia miracolosa in un messaggio dato a Marija presso la Croce blu il 27 Novembre del 1989.

La Vergine Maria le disse: “Desidero che in questi giorni preghiate in modo particolare per la salvezza delle anime. Oggi è il giorno della Medaglia Miracolosa e desidero che preghiate in particolare per la salvezza di tutti coloro che portano la Medaglia. Desidero che la diffondiate e la portiate perché si salvi un gran numero di anime, ma in particolare desidero che preghiate”.

Portiamo la medaglia della Vergine, meglio se al collo, come sigillo e segno di umile e fiducioso affidamento a Lei (Mediatrice di tutte le grazie) che ci permetterà di consacrarci meglio a Cristo per mezzo di Maria. Un’ultima cosa molto importante: preghiamoLa con fede, se non preghiamo non chiediamo, e se non chiediamo non possiamo ricevere le grazie (materiali e spirituali, quest’ultime sono le più importanti). Chiediamo non tanto le grazie materiali, ma la salvezza delle anime, compresa la nostra. Non sottovalutiamo questo aspetto importantissimo. Al resto ci penserà Maria con Suo Figlio Gesù!

Richiedi la Medaglia Miracolosa gratis: scrivi il tuo nome cognome indirizzo citta cap dove vuoi riceverla completamente gratis a indirizzo mail:

medagliamiracolosagratis@gmail.com

Un giorno la Madonna ci ha detto una bella cosa…Medjugorje

Risultati immagini per foto cerca dio fede

Satana tante volte approfitta di una persona che si sente indegna, che si sente depressa, che ha vergogna di Dio:
questo è proprio il momento in cui Satana approfitta per distoglierci da Dio.
La Madonna ci ha detto di avere questa idea fissa: Dio è vostro Padre e non importa come tu sei.

Non lasciate nemmeno un momento di debolezza a Satana, a lui già gli basta per non farti incontrare col Signore.
Mai lasciate Dio perché Satana è troppo forte. Per es.: se hai commesso un peccato, se hai litigato con qualcuno, non rimanere solo, ma chiama subito Dio, chiedigli perdono e vai avanti. Dopo un peccato ci mettiamo a pensare e a dubitare che Dio mi possa perdonare…
Non così… Noi misuriamo sempre Dio dalla nostra colpa. Diciamo: se il peccato è piccolo Dio mi perdona subito, se il peccato è grave Gli occorre tempo…
A voi servono due minuti per riconoscere di aver peccato; ma al Signore non occorre tempo per perdonare, il Signore perdona subito e voi dovete essere pronti per chiedere e accettare il Suo perdono e non lasciate che Satana approfitti di questi momenti di sbandamento, di deserto.
Chiamatelo come siete, andate avanti subito; davanti a Dio non dovete presentarvi belli e preparati; no, ma andate a Dio come siete così che Dio possa rientrare subito nella vostra vita anche nei momenti in cui si è più peccatori.
Proprio quando ti sembra che il Signore ti ha lasciato è quello il momento di tornare, presentandoti così come sei.

Messaggio del 2 Novembre 2016…Medjugorje

img_0903

Gesù aiutaci….

“Cari figli miei, venire a voi, rivelarmi a voi, è grande gioia per il mio cuore materno. Questo è il dono di mio Figlio per voi e per gli altri che verranno qui. Come madre, vi invito: amate mio Figlio al di sopra di tutto! Per poterLo amare con tutto il cuore, dovete conoscerLo. Lo conoscerete con la preghiera. Pregate con cuore e con sentimento. Pregare significa pensare al Suo amore ed al Suo sacrificio. Pregare significa, amare, dare, soffrire ed offrire. Figli miei, vi invito ad essere apostoli della preghiera e dell’amore. Figli miei, questo è tempo di attesa. In questa attesa, vi invito all’amore, alla preghiera ed alla fiducia. Mentre mio Figlio guarderà nei vostri cuori, il mio cuore materno desidera vedere in essi fiducia ed amore incondizionati. L’amore unito dei miei apostoli vivrà, vincerà e sconfiggerà il male. Figli miei, io in quanto calice dell’uomo – Dio, in quanto strumento di Dio, invito voi, miei apostoli, ad essere calice di un amore puro e sincero verso mio Figlio. Vi invito ad essere strumento attraverso il quale tutti coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio, tutti coloro che non hanno mai amato scopriranno, accetteranno e si salveranno. Vi ringrazio”.