Messaggio del 25 dicembre 2013…Medjugorje

Cari figli! Vi porto il Re della pace perché Lui vi dia la Sua pace. Voi, figlioli, pregate, pregate, pregate. Il frutto della preghiera si vedrà sui volti delle persone che si sono decise per Dio e per il Suo Regno. Io con il mio figlio Gesù vi benedico tutti con la benedizione della pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Annunci

I MISTERI DEL SANTO ROSARIO…

Immagine

Nel terzo mistero doloroso si contempla La coronazione di spine I soldati, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra, poi..lo schernivano: “Salve, re dei Giudei!” e sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. (Mt. 27, 29-30) Il terzo Mistero del dolore ci presenta Gesù coronato di spine, deriso ed umiliato dai soldati. Gesù disse a Pilato: “Io sono Re, ma il mio Regno non è di questo mondo”.In questo Mistero Gesù ci ricorda che i vincitori, i vincitori della storia, non sono i prepotenti. Dice il salmo “Presto come fieno appassiranno”.I vincitori sono coloro che si uniscono a Gesù. I vincitori sono coloro che condividono con Lui la potenza dell’amore che si immola. I vincitori sono i poveri, i miti, i misericordiosi, i puri di cuore, i pacificatori, i perseguitati. Rinnoviamo questo atto di fede in questo mistero.

Messaggio di Medjugorje, 2 dicembre 2013 (Mirjana)

Cari figli, con materno amore e materna pazienza guardo il vostro continuo vagare ad il vostro smarrimento. Per questo sono con voi. Desidero anzitutto aiutarvi a trovare e conoscere voi stessi, affinchè poi possiate capire e riconoscere tutto ciò che non vi permette di conoscere sinceramente e con tutto il cuore l’amore del Padre Celeste. Figli miei, il Padre si conosce per mezzo della croce. Perciò non rifiutate la croce: col mio aiuto, cercate di comprenderla ed accoglierla. Quando sarete in grado di accettare la croce, capirete anche l’amore del Padre Celeste. Camminerete con mio Figlio e con me. Vi distinguerete da quelli che non hanno conosciuto l’amore del Padre Celeste, da quelli che lo ascoltano ma non lo comprendono, non camminano con Lui, non l’hanno conosciuto. Io desidero che voi conosciate la verità di mio Figlio e siate miei apostoli; che, come figli di Dio, vi eleviate al di sopra del pensiero umano e sempre e in tutto cerchiate nuovamente il pensiero di Dio. Figli miei, pregate e digiunate per poter comprendere tutto quello che vi chiedo. Pregate per i vostri pastori e bramate di conoscere in comunione con loro, l’amore del Padre Celeste. Vi ringrazio.